>
sorreggimi:

Una madre caccia il figlio di casa perché gay. Questo va a ‘rifugiarsi’ dal nonno, che indignato prende carta e penna per scrivere a sua figlia, nonché madre del ragazzo.

Cara Christine:
Sono molto deluso da te come figlia.
Hai ragione, c’è un “disonore in famiglia”, ma non hai capito quale.
Buttare Chad fuori di casa semplicemente perché ti ha detto che era gay è il vero “abominio”. Un genitore che disconosce il proprio figlio, ecco cos’è “contro natura”.
L’unica cosa intelligente che ti ho sentito dire in tutta questa faccenda è “non ho allevato mio figlio perché fosse gay”. Certo che no. E’ nato così e non lo ha scelto, non più di quanto si possa scegliere di essere mancini.
Tu, invece, hai scelto. Hai scelto di fare del male, di essere chiusa di mente e retrograda. Perciò, visto che stiamo giocando a disconoscere i figli, colgo l’occasione per dirti addio.
Ora ho un favoloso (come dicono i gay) nipote da crescere, e non ho tempo per una figlia stronza.
Quando ritroverai il tuo cuore, facci un fischio.
Papà
in-silvam:

i should do this… god
nonavropaurasesaremoinsieme:



Vaffanculo a chi ha rimosso la fonte di questo post.Questa ragazza si è messa a piangere e a implorare i poliziotti a non picchiare lei e i suoi amici. E il poliziotto si è commosso e ha cominciato pure lui a piangere.

madonna il dio

Find someone who understands your silence.

(Source: anonimouspoet, via scacciamoiricordi)

0ptimummm:

Today this girl in class looked different because she had straightened her hair and I told her it was so pretty and straight and she goes “unlike me”. So me thinking that she has bad self esteem, I say “don’t say that. You’re pretty.” To which she replies “oh no, im pretty. I’m just not straight.” And I shit you not my stomach still hurts from laughing too hard.

(via nonsonomailpostodinessuno)

"I said I wanted to die but honestly I just wanted to feel alright."
(89/366) by (KJ)

(Source: kjpoems, via ilcielopiangeinsiemeame)

+